Visita proloco all’Azienda Agricola Patea

28 febbraio 2017

Oggi ho fatto visita all’Azienda Agricola Patea a Brancaleone. Un’Azienda che ha saputo trasformare un lavoro tanto antico come quello della lavorazione del Bergamotto, in una missione, una ragione di vita.
Conosco Fabio Trunfio da quando ero piccolo, me lo ricordo sempre impegnato con il suo negozio di frutta e verdura sito ancora oggi sul corso di Brancaleone Marina. Attività che tutti conoscono per i suoi prodotti sempre freschi e per la maggior parte biologici.

Lo vedo immerso in questa bellissima ed affascinante realtà che è il Bergamotto. Vera e propria “eccellenza Calabrese” che lui stesso assieme a sua moglie, sta esportando in tutto il mondo ricevendo numerosi attestati di riconoscimento.
TV, Riviste, Giornali e Fiere parlano di Bergamotto e parlano anche di Brancaleone, perchè proprio a Brancaleone ha sede il laboratorio Patea dove viene estratto il prezioso distillato naturale, che oggi è alla base dell’industria profumiera, dell’industria cosmetica e farmaceutica.

Dicevo prima, un lavoro tanto antico perchè, si hanno notizie storiche che già nel ‘700, nella costa Jonica Reggina il prezioso frutto veniva coltivato, lavorato e venduto, con un altalenante produzione che nei secoli ed anche dopo il declino della coltivazione del famoso gelsomino negli anni ’50 è riuscita a resistere, nonostante abbia subito un periodo buio negli anni ’90.
Oggi il bergamotto è ritenuto un frutto molto prezioso, grazie alle esclusive proprietà benefiche viene accettato e certificato anche dalla medicina tradizionale scientifica e le maggiori industrie del profumo (in Francia) fanno a gara per accaparrarsi l’estratto.L’azienda Agricola Patea oggi è una di quelle realtà di cui vanta Brancaleone, non solo perchè ha saputo fare di questo frutto una vera e propria industria di lavorazione della materia prima, ma perchè l’azienda ha aperto le sue porte alla cultura.Sono molte le scuole, le Associazioni, le delegazioni provenienti da molte regioni d’Italia e vari paesi Esteri a farvi visita. Questo è sicuramente un vanto per Brancaleone, che di solito viene classificato come “paese a forte vocazione turistica” sopratutto d’Estate.
Ed è proprio il trend di crescita anche nei mesi invernali che deve far riflettere alle potenziali risorse di queste paese che sta vivendo un periodo d’oro se consideriamo e mettiamo insieme tutte le attrazioni che sono nate e che stanno via via aprendo la strada ad un possibile futuro di crescita economica, sopratutto nell’ambito culturale e del settore biologico.
L’Azienda Patea da molti anni sta girando l’Italia e l’Europa ed è presente nelle più grandi fiere internazionali che esistano, questo ci fa capire l’animo del vero imprenditore che si speso e si sta spendendo per crescere sempre più di qualità e d’immagine che oltremodo ricade sull’intero territorio.
Accolti dalla straordinaria titolare oggi, siamo stati spettatori di un universo del tutto uovo, che non avevamo mai compreso fino infondo.
E’ stato proprio Fabio Trunfio che ci ha accompagnato e ci ha illustrato tutte le varie fasi della lavorazione ed estrazione dell’olio essenziale del Bergamotto, inebriati da un profumo dolcissimo che caratterizza gli ambienti di lavoro, che ben si prestano alle visite guidate. L’emozione è stata grande, sopratutto perchè è stato bello osservare quanta cura e quanta passione ci vuole per estrarre una singola goccia di estratto di bergamotto e sopratutto l’atmosfera serena di tutti gli operai, sintomo di grande coinvolgimento e lavoro di squadra che accompagna il frutto durante il suo lungo processo di trasformazione.
Ringrazio a nome di tutti i soci della Pro-Loco di Brancaleone per l’accoglienza riservataci. Il nostro è sicuramente un arrivederci.L’augurio mio più grande è che Enti, Istituzioni, Scuole e Associazioni del territorio possano comprendere quanto sia importante “acculturarsi” di tanto intanto, cercando di puntare sulle eccellenze territoriali che non sono cose inventate, ma eccellenze vere che trascinano con se secoli di storia e tradizioni.

GRAZIE.