Succo di bergamotto, benessere per le vie respiratorie

Oltre a essere un’ottima soluzione per la spremuta del mattino, il bergamotto si può utilizzare in pratiche di aromaterapia. In particolare, l’aroma del bergamotto è indicato per combattere stress e depressione, grazie alla sua azione calmante.

L’olio essenziale di bergamotto è perfetto per l’inverno: fare suffumigi con alcune gocce di prodotto, è un toccasana per le vie respiratorie, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Succo di bergamotto, confermate le proprietà anticolesterolo

Uno studio condotto dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha dimostrato che l’assunzione del bergamotto genera “un significativo aumento di colesterolo HDL (quello “buono”) ed una diminuzione del colesterolo LDL (quello “cattivo”), del colesterolo totale dei trigliceridi e dei glucidi con una normalizzazione dei livelli di CPK e di transaminasi”. Una conferma significativa da parte del mondo della ricerca, che ha certificato le proprietà benefiche del “frutto della salute”.

Succo di bergamotto: l’esperienza del produttore

Il bergamotto è un agrume dalle tante sfaccettature: usato da almeno tre secoli nella preparazione dei profumi, ultimamente ha cominciato a farsi strada sia nel comparto alimentare, come prodotto made in Italy, sia in quello farmaceutico. Abbiamo approfondito l’argomento-bergamotto con un esperto del settore: Fabio Trunfio dell’azienda agricola Patea, di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria.

L’azienda Patea, nata nel 2007, dispone di circa dieci ettari di terreno e compra bergamotto da trasformare da altri centocinquanta piccoli produttori della zona. “Abbiamo deciso di creare un’azienda di trasformazione di oli essenziali, per dare uno sbocco commerciale al nostro prodotto, il bergamotto” esordisce Fabio.

Come si ricava l’olio essenziale?

L’olio essenziale si ricava dalla buccia del bergamotto. I frutti sono grattugiati da appositi macchinari che fanno confluire il materiale risultante, mischiato ad acqua, in un vibrovaglio per la setacciatura. Il passaggio successivo è la centrifuga, dove l’olio essenziale è separato dall’acqua.

Quali sono gli usi dell’olio essenziale di bergamotto?

L’olio essenziale di bergamotto è usato principalmente in profumeria, come fissativo: i migliori profumieri, in tutto il mondo, lo usano da generazioni. Ma da qualche anno si è scoperto che il succo del frutto ha proprietà naturali anticolesterolo e quindi si è cominciato a prendere in considerazione anche la polpa e non solo la buccia! Fino a non molto tempo fa il succo e il “pastazzo” (cioè il frutto schiacciato) erano considerati sottoprodotti. Oggi, per fortuna, non è più così! Queste recenti scoperte hanno fatto sì che sia cominciata la commercializzazione del frutto fresco oppure del suo succo. La nostra azienda si è attrezzata per raccogliere e spedire bergamotti freschi, così come si fa con i limoni o i mandarini. Il pastazzo è molto richiesto dall’industria farmaceutica, che ne ricava pillole per combattere il colesterolo.

Insomma ci avete visto lungo…

Sì, in effetti sì e il tempo ci ha dato ragione: infatti quest’anno, primi in assoluto, abbiamo realizzato un succo di bergamotto concentrato congelato. Lo otteniamo dalla spremitura del frutto sbucciato (al termine della grattugiatura nel processo di estrazione dell’olio essenziale): la “palla bianca” che ne risulta viene schiacciata leggermente, per far uscire il primo succo, quello meno aspro. Questo nettare è subito imbustato e congelato con un abbattitore, che garantisce di mantenere tutte le proprietà organolettiche del prodotto.

Chi compra il succo di bergamotto congelato?

E’ pensato principalmente per pasticcerie e bar, per produrre gelati, sorbetti o cocktail, ma può essere anche usato a casa per farsi una bibita, magari allungandolo con acqua o succo d’arancia.

POTETE ACQUISTARE I NOSTRI PRODOTTI IN PROMOZIONE ESCLUSIVA ANCHE SU ARTIMONDO